Testata La Nazione
Titolo La Toscana rottama il vecchio motore Auto elettriche, siamo primi in Italia
FIRENZE TOSCANA sempre più green. La nostra regione è prima in Italia nell' indice di mobilità elettrica, che misura la diffusione delle colonnine di ricarica e di veicoli elettrici, nel trasporto pubblico e privato. A dirlo è «E-mobility», indagine realizzata da 'The European House - Ambrosetti», gruppo di professionisti che per l' occasione ha studiato l' impatto della mobilità elettrica sulle filiere industriali e sul sistema Paese. La nostra regione raggiunge in questa ricerca 6,5 punti su 10, soprattutto grazie all' alta densità di colonnine di ricarica, 326, su un totale di 948 presenti a livello nazionale, e per l' elevato numero di quadricicli elettrici, usati per esempio per il car sharing o i 53 utilizzati dalle varie direzioni del Comune di Firenze. In Italia, si legge nella ricerca, uscita quest' anno e basata su dati 2016, ci sono 2.660 quadricicli elettrici, di cui 1.538 sono registrati in Toscana. In pratica, nella nostra regione si trovano quasi 3 quadricicli elettrici su 5 per trasporto persone. Inoltre, il 72% dei quadricicli per trasporto persone, sia leggeri che pesanti, circolanti in Toscana, è a trazione elettrica. PER QUANTO riguarda i veicoli commerciali privati, nella regione gli elettrici rappresentano il 12% del totale, mentre il 10% della flotta degli autobus è elettrica. Sugli autobus il primato italiano è del Lazio, dove gli autobus elettrici sono 111, pari al 23% del totale nazionale, seguiti a una certa distanza da Sicilia, Emilia Romagna e Toscana, con 44 autobus elettrici. Oltre ai nuovi mezzi che dovrebbero arrivare con l' accordo ponte che la Regione ha siglato con le aziende di tpl toscane, a inizio 2017 è stato attivato a Pisa il People Mover, navetta elettrica a basso impatto ambientale che collega la stazione con l' aeroporto e facilita anche il collegamento con Firenze. Ma la Toscana, abbiamo detto, è prima nell' indice della mobilità elettrica soprattutto grazie alla rete di colonnine di ricarica. Nel 2016 la Regione Toscana ha messo a disposizione 1,7 milioni di euro di fondi assegnati dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti, proprio per cofinanziare progetti per la realizzazione di impianti di ricarica. Meno di un mese fa sono state inaugurate le stazioni di ricarica veloce Fast Recharge, del progetto Eva+, installate da Enel in viale Guidoni a Firenze, a Barberino di Mugello e a Foiano della Chiana presso il parcheggio dell' outlet Valdichiana. Il record del numero di colonnine elettriche va al capoluogo toscano, con investimenti in circa 400 colonnine di ricarica: ne sono già state installate 180 pubbliche e 4 dedicate ai taxi. In città è infatti concentrato il maggior numero di taxi elettrici, con l' assegnazione nel corso del 2017 di 70 nuove licenze green. Firenze si piazza terza in Italia anche per il car sharing, con 200 veicoli elettrici e 7.700 utilizzatori, dopo Milano, che conta 750 auto elettriche, e Roma, con 500. Quello che potrebbe rendere la regione, ma anche il nostro Paese, ancora più green, è la diffusione dei veicoli elettrici, anche tra privati. IL COSTO però resta ancora alto e, spiega l' indagine The European House-Ambrosetti, non vengono compresi ancora i potenziali risparmi per chi acquista e usa un veicolo elettrico. Il costo annuo per una percorrenza di 15mila chilometri, dice lo studio, è di 3.200 euro per un' auto convenzionale e 1.230 euro per una elettrica, con un risparmio di quasi 2mila euro. L' abbattimento maggiore dei costi si ha per l' alimentazione (280 per il veicolo elettrico contro i 1.100 dell' auto convenzionale), per l' assicurazione (350 euro contro 600) e si risparmiano altre 700 euro tra ingresso nella Ztl e tassa di circolazione, che sono a zero per il veicolo elettrico. Monica Pieraccini.