Testata La Nazione (ed. Siena)
Titolo Prodotti tipici ed export toscano Le nuove regole
NELLA SEDE di Siena di Confindustria Toscana Sud si è svolto un vertice tra imprese ed istituzioni per approfondire le tematiche che riguardano le nuove linee guida per il controllo ufficiale di certificazione nell' ambito dell' esportazioni di animali, alimenti e mangimi verso altri Paesi, nonché per discutere del nuovo tariffario legato alle prestazioni veterinarie. IL PROVVEDIMENTO è frutto di uno stretto confronto tra la Sezione alimentari di Confindustria Toscana Sud ed i referenti regionali e va a definire indirizzi univoci per controlli, certificazioni e nuove e meno onerose tariffe delle prestazioni veterinarie, conformandole a quelle delle altre regioni, a vantaggio dell' export toscano di qualità. Gli indirizzi univoci per i controlli hanno sia lo scopo di tutelare maggiormente la salute delle persone che quello di supportare l' export, assicurandosi di garantire ai Paesi importatori una maggiore efficacia dei controlli ufficiali, mentre le nuove tariffe sono migliorative sia in termini di costi che di tempi necessari per ottenere i documenti obbligatori per l' esportazione. HA PARTECIPATO all' incontro Stefania Saccardi, assessore regionale alla salute, al welfare e all' integrazione socio - sanitaria, che spiega: «L' importanza di questa delibera sta nell' inaugurazione di un metodo di collaborazione tra imprese ed istituzioni che auspico si possa adottare in tanti altri ambiti. Le istituzioni devono essere delle alleate di chi lavora, e non devono comportarsi da censori nei loro confronti. I controlli devono esserci, ma devono avere lo scopo costruttivo di educarci a rendere i nostri prodotti migliori e certificati in modo corretto». OLTRE ai membri del Consiglio della Regione Toscana Stefano Scaramelli, Simone Bezzini e Leonardo Marras, ed al funzionario del settore della prevenzione collettiva Onelio Baronti sono intervenuti anche esponenti delle aziende del territorio, tutti estremamente soddisfatti del risultato raggiunto. «Le linee guida approvate rappresentano un ottimo risultato e dimostrano come confronti costruttivi e concreti tra Assessorato ed istituzioni riescano a dare un forte impulso alle esportazioni dei prodotti toscani», il commento di Remo Grassi, presidente della Sezione alimentari di Confindustria Toscana Sud. Pertanto mi auguro che in futuro riusciremo nuovamente a creare un dialogo con le istituzioni che risolva problemi laddove insorgano nei nostri comparti alimentari».