Testata Gazzetta di Reggio
Titolo Summit sicurezza in città Arrivano i reparti speciali
REGGIO EMILIASicurezza a Reggio Emilia e provincia: per intensificare il controllo del territorio, e pianificare gli interventi, arriveranno i reparti speciali dell' Arma.È il senso di una riunione durata oltre tre ore, che si è svolta ieri mattina al Comando provinciale dei carabinieri. Un summit presieduto dal comandante provinciale, il colonnello Antonino Buda, allo scopo di innalzare l' asticella della sicurezza. «Si è trattato di un incontro per scambiare le varie esperienze, per fare il punto sull' attività svolta finora e calibrare gli obiettivi da oggi fino all' estate, pianificando l' operatività in modo non solo provinciale ma regionale. L' osmosi info-operativa è fondamentale - spiega il colonnello Buda - Un modo per avere una visione d' insieme e al contempo programmare il raggio dei controlli che, salvo emergenze, riguarderanno ogni ambito: dalle verifiche sui cantieri alla tutela ambientale, dalla vigilanza sulle opere pubbliche fino alla criminalità organizzata».All' incontro di coordinamento hanno partecipato i comandanti delle Compagnie e dei Nuclei radiomobili di Reggio, Guastalla e Castelnovo Monti, i comandanti del Reparto operativo, Nucleo informativo e investigativo dello stesso comando provinciale assieme ai comandanti dei reparti speciali dei carabinieri di stanza in Emilia-Romagna, che hanno giurisdizione anche sulla provincia reggiana: il Nucleo operativo ecologico (Noe) di Bologna, il Nucleo antisofisticazione e sanità (Nas) di Parma, il Nucleo antifrodi (Nac) di Parma, il Nucleo carabinieri Ispettorato Lavoro, il Nucleo tutela patrimonio culturale di Bologna, la Sezione Anticrimine (Ros) di Bologna e il comandante del gruppo carabinieri Forestali di Reggio Emilia. I controlli saranno intensificati nei vari ambiti di competenze a 360 gradi: dalla sicurezza alimentare, che sarà oggetto dei controlli del Nas, alla sicurezza sul posto di lavoro, controllata dai carabinieri del Nil, dalla tutela dell' ambiente degli esperti del Noe e del comando provinciale dei carabinieri forestali di Reggio Emilia, alle frodi comunitarie, in costante crescita, sulle quali vigileranno i carabinieri del Reparto tutela agroalimentare di Parma. Ai servizi di pattugliamento del territorio a scopo preventivo concorreranno anche le unità di stanza nei Battaglioni carabinieri: si tratta delle unità antiterrorismo dell' Arma, appositamente addestrate. Sul versante della criminalità organizzata, il comando lavorerà anche in stretto contatto con la sezione anticrimine dei Ros.©RIPRODUZIONE RISERVATA.