Testata Il Gazzettino
Titolo La Regione dà l' ok alla residenza per anziani
MIRA Arriva l' accreditamento per la nuova residenza per anziani e disabili di Mira Porte: la struttura potrà accogliere gli ospiti anche in regime di convenzione. Come preannunciato dall' assessore regionale al Sociale Manuela Lanzarin in visita al centro Anffas di Oriago, la Quinta commissione consiliare regionale nell' ultima seduta ha dato il via libera, all' unanimità, all' accreditamento per le nuove unità di offerta socio-sanitarie relative all' area anziani e disabili, compresa la nuova struttura di via Boldani, a Mira Porte. La residenza, realizzata e gestita dalla Cooperativa Socioculturale, è in grado di accogliere 120 persone: attualmente ne ospita una sessantina in regime privatistico. E' in attesa di apertura anche l' altra struttura, intitolata a Suor Armanda, per 20 disabili gravi, per la quale si aspettava proprio l' accreditamento dalla Regione. Ora si attende solo l' ultimo passaggio, la convenzione tra l' Asl 3 Serenissima e la Cooperativa Socioculturale per accogliere definitivamente gli anziani ospiti in altre strutture lontano da Mira. La posa della prima pietra della Residenza di Mira Porte è avvenuta nel 2012, ma solo nel 2017, dopo il completamento degli edifici, l' iter aveva subito un' accelerazione, con un un consiglio comunale straordinario convocato dal sindaco Marco Dori e l' inaugurazione da parte dell' assessore regionale Lanzarin. Soddisfatto dell' approvazione l' assessore alle Politiche sanitarie Francesco Sacco: «Un risultato tanto atteso che premia l' impegno di quanti a livello comunale e regionale hanno lavorato perchè ciò accadesse. L' accreditamento, e quindi la convenzione con l' Asl, sono solo il primo passo. Indispensabili saranno, a seguire, le nuove impegnative di residenzialità e quindi la disponibilità della Regione a coprire con uno specifico finanziamento parte della retta di ricovero, dando in questo modo una risposta importante alla popolazione anziana del territorio». L.Gia.