Testata Il Giornale
Titolo Un' azienda birraria sostenibile
DA AMSTERDAM AL MONDO Heineken è l' azienda birraria più internazionale al mondo. Il Gruppo, tuttora di proprietà familiare - presente in più di 70 Paesi, con 170 stabilimenti e 81mila dipendenti - vanta 250 marchi esteri, regionali e locali oltre a birre speciali e sidro. La birreria nasce nel 1864 ad Amsterdam, grazie alla lungimiranza dell' imprenditore Gerard Adriaan Heineken che rilevò un birrificio del 1952 rilanciandolo. Il brand ha celebrato il 150esimo anniversario nel 2014. Fra i valori ispiratori di Heineken, oltre alla gioia di vivere, vi è anche l' impegno verso la sostenibilità. In particolare, negli ultimi otto anni,è stato avviato il piano «Brewing a Better World» che coinvolge tutti i settori: dall' approvvigionamento delle materie prime alla produzione, dalla distribuzione alle comunità locali fino al consumo della birra (quest' ultimo tocca proprio il consumo responsabile). In occasione di Expo 2015, a Milano, è stata presentata la prima birra «fatta con il sole»: Birra Moretti Baffo d' Oro, realizzata con energia rinnovabile. L' istituto di certificazione della Qualità, Certiquality, ha valutato che il prodotto è conforme al Documento tecnico 78 (che certifica il fabbisogno energetico connesso alla realizzazione di un prodotto e sua compensazione con pari quantitativi di energia elettrica fotovoltaica). Nel 2016, la certificazione «fatta con il sole» è stata estesa anche a Birra Moretti La Rossa e a Birra Moretti La Forte e, nel 2017, a Birra Moretti La Bianca. Questo progetto è frutto dell' impegno e degli investimenti dell' azienda volti ad aumentare gli impianti per la produzione di energia rinnovabile. Nel 2012 sono stati installati 8.136 pannelli solari nei birrifici di Comun Nuovo, in provincia di Bergamo, e di Massafra, in provincia di Taranto. Nel 2016 ne sono stati aggiunti altri 8.848 che hanno portato il parco fotovoltaico complessivo a 17mila pannelli in grado di produrre, a pieno regime, ogni anno 5,52 GWh di energia con una riduzione annua di 2.191 tonnellate di Co2.