Testata Libero
Titolo Nuovo incendio di rifiuti in una discarica Lomellina Scatta l' allarme eco-mafie
Emergenza ambientale Ancora un rogo di rifiuti in Lomellina. L' ultimo di una lunga serie di incendi - di recente a far notizia era stato l' ennesimo incendio scoppiato lo scorso giugno a Mortara nell' area della Eredi Bertè - è divampato nella notte tra il 29 e il 30 agosto nell' impianto di stoccaggio di rifiuti della "Green Up" di Albonese. Proprio a lato della strada per Mortara. Il centro fa riferimento al gruppo Waste Italia e a dare l' allarme sono stati due dipendenti dell' azienda che, grazie alla loro pronta segnalazione, sono riusciti a contenere la furia dell' incendio. Le fiamme si sono originate in un capannone del sito di stoccaggio rifiuti attorno all' 1.30 di notte. All' interno c' erano per lo più vecchi materassi e cuscini di gomma. I pompieri di Robbio, a cui poi si sono aggiunti quelli arrivati da Mede e da Vigevano, hanno lavorato per tutta la notte per riuscire a spegnere le fiamme e separare i rifiuti bruciati. Sul posto sono inoltre intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Vigevano. Sia il comando provinciale dei vigili del fuoco sia i carabinieri stanno in queste ore indagando su quali potrebbero essere state le origini del nuovo rogo in un impianto di rifiuti in Lomellina. Tutte le ipotesi, compreso quindi anche un atto di origine dolosa, sono attualmente al vaglio degli inquirenti. L' impianto di Albonese - uno di quelli inserito nella lista degli impianti con Autorizzazione integrata ambientale (Aia) rilasciata dalla Provincia e dalla Regione proprio a causa della pericolosità dei riufiuti che tratta- è autorizzato a trattare 60mila tonnellate di rifiuti all' anno che occupano un spazio di circa 200mila metri cubi. Come detto, quello scoppiato nelle scorse ore è soltanto l' ultimo di una lunga serie di roghi avvenuto nelle discariche del zona del pavese. Una situazione a dir poco anomala tanto che ha spinto sia la Prefettura sia la Regione Lombardia ad avviare un controllo permanente sull' area e ad avviare la prevenzione sulle infiltrazioni delle eco-mafie. Negli ultimi dodici mesi, sono già una decina gli incendi che sono scoppiati in impianti di smaltimento rifiuti posizionate nel territorio pavese. riproduzione riservata.