Testata Il Resto del Carlino (ed. Ferrara)
Titolo Mele Pink Lady alla conquista del mondo
L' ANNIVERSARIO Il presidente della Salvi Unacoa festeggia i 20 anni: «La nostra filiera garantisce un' equa distribuzione a tutti, dai produttori al consumatore» IL SECONDO Pink Lady Day coincide per Salvi-Unacoa con un anniversario importante: 20 anni di mele con il bollino a forma di cuore rosa. «Quella che nel 1998 sembrava un' avventura, è oggi una realtà consolida - afferma Marco Salvi, presidente di Salvi Unacoa - abbiamo realizzato una filiera che ha dimostrato nei fatti che è possibile un' equa distribuzione dei benefici fra tutti soggetti coinvolti, dai produttori fino al consumatore. Oggi il progetto, attraverso l' O.p. A.f.e., coinvolge 150 produttori per oltre 300 ettari di frutteto. Le principali aree di produzione sono il ferrarese ma anche il Veneto, la Lombardia, il Friuli Venezia Giulia, il Piemonte, il Lazio e le Marche. Quest' anno la produzione si attesterà sulle 18mila tonnellate con un aumento stimato di circa il 10-15%». Ma quali sono stati gli ingredienti vincenti di questa sfida che, per la prima volta ha dato il nome ad una mela? Le principali caratteristiche che della mela sono, la qualità organolettica, il suo colore inconfondibile e il suo sapore speciale. Questa è stata la base di partenza. Tuttavia a questo si è aggiunto un modello economico-organizzativo unico a livello europeo che ha permesso di avere uno standard qualitativo costante e inconfondibile a garanzia del consumatore. Tutti i produttori e confezionatori, infatti, sono obbligati ad aderire ad un rigido disciplinare di produzione e sono tutti certificati Global.Gap. Certificazione che, oltre a garantire la qualità del prodotto, garantisce anche il processo di produzione e la salvaguardia della salute dei lavoratori. Inoltre oggi c' è una costante attenzione alla sostenibilità ambientale a cui i produttori Pink Lady fanno fronte attraverso investimenti importanti come per esempio le reti monoblocco. Questo investimento, attraverso la perimetrazione del frutteto con apposite reti anti-insetto permettono di salvaguardare i frutti dagli attacchi degli insetti come le cimici asiatiche e di conseguente riduzione dell' utilizzo dei fitofarmaci. Tutto ciò, unito ad una innovativa ed efficace azione di marketing a livello europeo, ha reso il mondo Pink Lady quello che oggi conosciamo. I mercati su cui Salvi-Unacoa commercializza la Pink Lady sono per il 15-20% quelli italiani mentre il restante 80-85% si suddivide tra i paesi europei come Germania, Gran Bretagna, Scandinavia.