Testata Italia Oggi
Titolo Precari scuola, nuovo piano di assunzioni
Precari della scuola, partirà a settembre un nuovo mega piano di assunzioni. Obiettivo: smaltire le graduatorie a esaurimento che contano 13 mila iscritti. E le seconde e terze fasce delle graduatorie di istituto: complessivamente al ministero dell' istruzione hanno stimato circa 300 mila docenti. Di questi sono interessati dal piano straordinario i precari abilitati di seconda fascia, e i non abilitati di terza che hanno all' attivo tre anni di lavoro continuativo alle spalle. Lumi sui tempi di immissione in ruolo dovrebbero essere dati oggi alla camera dal sottosegretario all' istruzione, Vito De Filippo. L' impianto è stato delineato dal parlamento, dopo il lavoro di interlocuzione con il Miur di queste settimane, nel parere relativo al decreto del governo sulla formazione iniziale e il reclutamento dei docenti. Si tratta degli otto decreti delegati della Buona scuola che dovranno essere approvati in via definitiva dal consiglio dei ministri nel giro di un mese. Il nuovo reclutamento prevede a regime che chiunque con una laurea possa accedere al concorso: due scritti, un orale. Chi lo supera accede a un percorso formativo di tre anni, al termine del quale, se la valutazione è positiva, entra in ruolo. Chi accede ai tre anni sarà pagato: dai 400 euro del primo anno ai 1.200 del terzo. Percorso facilitato invece per i precari: a settembre saranno chiamati sui posti vacanti e disponibili per il 50% da Gae, che restano fino a esaurimento, e per 50% dalle graduatorie degli idonei da concorso. Salta dunque il tetto del 10% previsto dalla legge. Dal 2018 si passerà agli abilitati della seconda fascia che avranno nel frattempo superato la sola prova orale. Intanto partirà il percorso per i precari di terza fascia con 36 mesi di servizio continuativi : avranno diritto, superato uno scritto e un orale, di accedere al primo anno del percorso di formazione. Poi andranno al terzo che, se svolto positivamente, darà l' accesso al ruolo. Entro due anni insomma i precari con 36 mesi avranno la possibilità di agguantare una cattedra. Le percentuali di ingresso delle seconde e terze fasce saranno decise dal ministero.