Testata L'Adige
Titolo Dipartimento salute, 18 domande
In lizza per il posto di dirigente Cembrani, Mariotti e Olivo Si profila una corsa tra diciotto sfidanti per la guida del Dipartimento salute e politiche sociali della Provincia. Tanti sono infatti i candidati che hanno presentato domanda e curriculum vitae per prendere parte alla selezione indetta per trovare il sostituto dell' ex dirigente Silvio Fedrigotti, trasferito alla direzione dell' Agenzia per gli appalti e i contratti. Un avviso che ha attirato l' interesse di nomi noti nel settore della sanità trentina, come quello di Fabio Cembrani , 62 anni, responsabile dell' Unità operativa di medicina legale dell' Azienda sanitaria di Trento, Giuliano Mariotti , 59 anni, ex direttore medico dell' ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto nonché ideatore dei Rao e Ileana Olivo , 51 anni, sostituto dirigente del Servizio politiche sociali. Tra i candidati anche Anna Maria Trenti , 60 anni, direttrice dell' Istituto Cimbro Kulturinstitut Lusern (in passato ha ricoperto incarichi di rilievo all' assessorato alle politiche per la salute), Paolo Gottardi , 66 anni, dirigente medico del Servizio di immunologia e trasfusione dell' ospedale Santa Chiara e Fabio Sponga , 64 anni, già segretario comunale e ora responsabile dell' Ufficio fondo comuni confinanti della Provincia. Ma il posto da dirigente appare appetibile anche fuori provincia. Tra gli iscritti alla selezione ci sono Mauro Bonin , 49 anni, dirigente amministrativo presso l' Agenzia regionale socio sanitaria del Veneto e Antonio Ferro , 56 anni, direttore del Dipartimento di prevenzione dell' Azienda sanitaria Ulss 17 di Monselice (Padova). Ha 43 anni e lavora come dirigente amministrativa presso la presidenza del consiglio dei Ministri, Dipartimento della funzione pubblica, Mariella Mainolfi , mentre Ferruccio Masetti , 56 anni, arriva dall' Emilia Romagna, dove svolge l' incarico di dirigente coordinatore dell' Unione comuni modenesi area nord. In corsa per ricoprie l' incarico di dirigente ci sono anche Antonio Matteo , 57 anni e Ivan Parisi , che di anni invece ne ha 45. E dalla capitale arriva Sabrina Pulvirenti , 52 anni, direttore sanitario presso il Centro di medicina preventiva dell' Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti di Roma. Dalla Puglia al Trentino: tra i nomi in lizza anche quello di Giancarlo Ruscitti , 60 anni, direttore del Dipartimento promozione della salute, del benessere sociale e dello sport per tutti della Regione. E poi Pierangelo Spano , 48 anni, che ha alle spalle vari incarichi nell' ambito della finanza pubblica e del welfare sociale e socio sanitario in Veneto e il manager Giovanni Stroppa , 58 anni, direttore dell' area Vasta numero 5 dell' Azienda sanitaria unica regionale delle Marche. Tra i candidati, infine, Gianfranco Zanfagna , 59 anni, manager presso l' Università degli studi di Cassino (Lazio) e Gilberto Gentili , 60 anni, direttore generale dell' Azienda sanitaria locale di Alessandria. Per quanto riguarda l' incarico tra i requisiti richiesti quello di avere alle spalle un' esperienza professionale «almeno quinquennale maturata in qualifiche o profili per i quali è previsto il possesso del diploma di laurea magistrale presso amministrazioni pubbliche, o in qualifiche dirigenziali o di quadro», oppure essere stato direttore presso la Provincia o i suoi enti strumentali pubblici e «avere maturato esperienza nella direzione di strutture dirigenziali e avere conseguito risultati positivi nelle valutazioni delle prestazioni effettuate». F.P.